senza sfondo

 

A un amico in tempesta

Immagino che sarà lunga
come un chiodo che preme senza entrare.
Capita a volte, per la porosità del materiale
o se lo batti a mano.
Immagino inutile, a volte doloroso
pretendere d’immaginare senza senso
e dare corpo
a una cascata di cristalli morti:
se ci provi soddisfazione è masochismo.
Immagino la faccia di chi scrive, se solo si vedesse
e la mia: se non vedessi più.
Immagino la sera in un castello: sperduta, dentro tutto quel buio
e freddo a frantumare.
Immagino una fuga di parole, come quando rincorro.
Vanno verso quel bianco, loro scure, perdendosi di vista
senza poterlo dire
e pensieri
come se ti pensassi.
Immagino l’immaginare: come se risucchiassi dei coriandoli
in un branco di vento che catturo
ed il suo pianto.
Immagino brughiere senza sfondo: uno specchio di stelle
e il mio se non morissi: una noia mortale.

 


6 responses to “senza sfondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: