altre città

13900354_1129321897147677_7038049967667881575_n

(jamie heiden)

parlami sottovoce
che la mattina gli alberi hanno freddo
e la nebbia
una fatica enorme
se esistesse la sera
le serrature con i chiavistelli
i cavalli
per acquisire una velocità
adatta alle farfalle
a ripulire polvere di strada
e magari la luna
in questa solitaria indifferenza
più facile girare la finestra
ed affacciarsi altrove
le tarme
il vicinato
o quello che rimane di tuo padre
che non è propriamente una persona
ma il tempo
che s’è perduto e osserva spaesato
dove tutto sorvola
e i liuti hanno la voce delle viole
che corrono nei campi vecchie arie
quelle che i morti scrivono la sera
a respirare un fiato
– m’è venuta la tosse all’ospedale –
e mi scoccio
mi chiudo da nessuno
ma portami un ricordo da scartare
o una breve stazione d’infinito
che s’è chiusa la porta
e non ho chiave.

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: