appena poco

images

Mia cara
pensavo l’altra sera questa vita
che ti avrei scritto
piccola
inaffidabilmente temporanea
come la primavera che scompare
nell’attesa che smetta
questa pioggia
ed altre inospitali situazioni.
Ripensavo mia cara
alle conversazioni
ed occhi di sfuggita
sai
quei rossori
che non vorresti esserci
nella mancanza di parole adatte
intrichi
più che altro pensati
per esprimere zero
mentre tu mi lenivi la distanza
sempre inespressa e viva
come un male di fondo
cui forse non sapevo rinunciare
in un crogiolo pallido disteso
dove pioveva ancora
e mi sentivo
goccia
incapace di stare
perché l’acqua dilava e se ne va
come la primavera – ti dicevo –
ed altre somiglianze imprecisate
di noi
nei giorni di passaggio.

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: