immaginazioni

Giorgio e i cani in terrazza.jpeg
Questo signore era mio padre quando neppure immaginava che lo sarebbe diventato.

Gianni 1980.jpeg
questo signore ero io quando neppure immaginavo di diventare come sono diventato.

francesco-giorgi-bisnonno
questo signore era il mio bisnonno quando neppure immaginava che ci saremmo stati mio padre ed io.

Casa paterna 1973.jpeg
questa era la casa dove il mio bisnonno è nato e molti altri di noi prima di lui, prima di immaginare che mio padre, alla morte della madre, la avrebbe venduta e tutti avremmo smesso di immaginare.

casa-paterna-via-del-crocifisso-entrata

questo è un ricordo e alla mia età è difficile immaginare altro.

Lungo il fiume e lontano

Vento nell’ora piccola strusciavo

terrazze nella testa

tu vicino

ed una coltre di pensieri dentro

mossi

come lungo i capelli e le giornate

sponde del parco grande

non cammino.

Molte voci sospiri irregolari

come a sfogliare l’aria

tu vicino

le mie generazioni da lontano

passi

come eco distante

e volti ad affacciarsi nella sera

per capire l’umore e se parlare

dalle finestre delle apparizioni

non la distanza dei significati

che cercano da me quel che non hanno

ma non ho voglia

stanno.

E deviando cerco la tua mano

guardo

come se l’acqua avesse un’intenzione

questo fiume che passa

e deviando cerco la tua mano

da vicino lontano.

Annunci

2 responses to “immaginazioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: