l’eroe dai mille volti

1a

Anche oggi pioveva mentre piove
e la mia disponibilità scorre sui vetri
in un indisponibile passaggio
che se tocco mi bagno.
Ma se fossi finestra darei ospizio
a certe indefinite infiltrazioni
un alterno insicuro
se ristagno.

Ho costruito una città dolente
dove non voglio vivere:
sto, dove soggiace stare.
Se fossi un architrave senza legno
m’imbarcherei su navi senza porti
ma sono carta e a volte sono vento
che mi sfilo i capelli e le parole
mi sfilo l’asma
l’alba
la disdetta
e il tempo che ho venduto per campare.

Inseguo
nelle ultime ore.

E nella notte quando le falene
ardono le scintille senza sole
nella voce che muore
nel silenzio
io sono un infinito smarrimento.
Senza terra.
E neppure
dolente
ma una stella.

Annunci

2 responses to “l’eroe dai mille volti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: