Deserto, ancora

mondiran-1

85° giorno di navigazione.

Qualche costellazione ancora se il cielo non si copre

Stelle

fiamme

lame:

difficile distinguere.

Tra l’altro, nessun verso animale.

86° giorno di navigazione

Anima sulla sedia balla il mondo: ubriacarsi ancora?

Questi riflessi danno una visione che invoglia l’apatia. Dormire? C’è rischio di non svegliarsi.

C’era una fonte dietro la mia casa: somigliava ai tuoi occhi.

87° giorno di navigazione.

Perfino spingere diventa un improbabile accennato.

Corde tese da vento. Ma cadono le mani.

Ti raccomanderei la mia figura intrappolata dentro una cornice sul cassettone presso il caminetto. E una fiamma a illuminare l’ora.

88° giorno di navigazione.

Tu non riceverai altro che vuoto. Frammenti forse.

C’è silenzio nell’aria.

Quindi mi cadi in braccio come un sogno. Non mi aspettavo tanto.

89° giorno di navigazione.

Non si vede più nulla.

Astrali erano le forme che s’alternavano presso il parapetto. Scricchiolanti. Cioè, legno si schianta giorno dopo giorno.

Separato a malincuore dalla mia cantina.

90° giorno.

L’infinito è di ghiaccio.

Annunci

2 responses to “Deserto, ancora

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: