Oltre l’acqua che dorme

Genova si presentava come un faro
frammentato di luci.
Sapevamo di paesi oltre la costa
arrampicati al suolo dove sale
ma non li sapevamo immaginare
oltre l’acqua che dorme
e il sonno di compagni ormai perduti
acqua di mare, acqua che non tocchi
mai la stessa nell’onda.
Si presentava faro Genova che nuoti
frammentata di luci
nei riflessi bagnati delle stelle
che ingoi col respiro quando manca
poco ancora da dire
anima 
che ti ravvedi
nello sconcerto fondo del morire.




One response to “Oltre l’acqua che dorme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: