A qualcuno di me

(Guttuso)

Dopo che sei andato
non mi resta che prendermi cura
di questo scarso poco
un disorientamento
definito infinito
nel senso di incompiuto
delle cose che so
del vuoto che mi resta
quando la sera mi consegno al tuo
restare in sospensione
tra gli universi che noi definiamo
assenza 
e senso di presenza
sapendo di commettere un errore
nel relativo della precisione
e mi chiedo di noi
se sapevamo
l’ignoto del non essere presenti
e ti sostengo mentre me ne vado
e tu
che hai avuto solo la finzione
di tentare di essere
mi guardi ancora in questa circostanza
e talvolta mi chiedi
a cosa serve l'uso di parole.

2 responses to “A qualcuno di me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: