Per giorni eventuali (versione aggiornata)

(E. Hopper)


Quando ho aperto la busta
(una delle due – mani – si rifiutava di farlo)
la messa in scena fu subito presente
sulla cima degli ultimi cavilli
e cose di passaggio.
Si sapeva fin da quando non si scrisse
che le parole volano lontano
ma i granelli di polvere azzurrata
e i pulviscoli
risentono della velocità dell’universo
e risultano divise da distanze
che l’occhio non percorre
neppure tra le righe della carta.
Dunque dicevi di depositare
le forme sorpassate agli altipiani
dove le stelle viaggiano il silenzio
e chiudere la sera
ma quelle se ne stavano nascoste
dietro nuvole immense
e manca vento
luna a tappeto giù nella scoscesa
distantissima valle.
Notte si posa dove dorme il sonno,
tu frangente,
mi avresti scritto un’altra commissione
da compiere nell’arco temporale
di una vita a passeggio
per chiedermi uno sprazzo di coscienza
una candela
in una notte immensa
ma gli anni sono un fatto non costante
privi di chi trattenga le tue lettere
lontane dalla polvere
come capita ai vecchi.

Tratta da "Per giorni eventuali" - PDF Free



4 responses to “Per giorni eventuali (versione aggiornata)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: