Galeone

(Burri)

Seconda giorno dopo la tempesta

Sono fatto di sale.

La notte, però, era immensa.

Vagamente

Ti ripensavo. Detesto le cose che ami.

Alzo zero

Stelle dovunque. Inutile governare il timone.

Questo significa che la direzione è soltanto una scelta immaginaria. Ne immagino una: scelgo.

In realtà, la vastità è distanza: ogni punto ti sfugge.

Ora, ammettendo di dividere lo spazio conosciuto (o meno) in punti riconducibili a un sistema, sarà soltanto approssimazione.

Nulla di diverso da un d’altronde.

Navigazione

Con moto costantemente ripetuto: ogni onda un pensiero.

Fluido, si rimesta, torna indietro. Si ripropone, galleggia per un po’, sparisce.

Più tardi: degradava (la luna).

Ultima considerazione di giornata

E’ stato tutto un enorme equivoco.


5 responses to “Galeone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: