Archivi tag: Proust

Due parole sul tempo perduto: Deleuze e Proust

(Gabriel Pacheco)

(Gabriel Pacheco)

Lontano da Proust per epoca e stile e tuttavia vicino all’idea del recupero del tempo; lontano dai salotti che frequentava e odiava e tuttavia vicino al tentativo di superamento di un’epoca sbiadita, cui la nostra rimanda per superficialità e disimpegno, muovo da una contraddizione per chiarire.

Specifico allora che mi riferisco alla “Recherche” di Marcel Proust e al tempo perduto che tentava di scovare. Ma quale tempo? Non certo il tempo in cui ha vissuto, che utilizzava solo come “segno” che rimanda ad altro; né il tempo di una scrittura per me antica e poco leggibile; né quello che occorre appunto per leggere la sua opera. Quale, allora, il tempo? Per Deleuze la ricerca di Proust non riguarda il tempo della memoria soggettiva ma il tempo in cui l’essenza si specifica. Per me occorre esattamente il contrario: l’essenza (ammesso che se ne possa parlare) di per sé non è capace di alcuna specificazione: viene specificata. L’oggetto da ricercare non è allora un tempo eterno o, all’opposto, un semplice tempo del soggetto, ma il soggetto del tempo. Quello l’elemento mancante. (continua a leggere…)
http://www.lestroverso.it/due-parole-sul-tempo-perduto-deleuze-e-proust/


Due parole sul tempo perduto : Deleuze e Proust

(Alfio Giurato, Studio per Profilo)

un mio articolo su l’EstroVerso

http://www.lestroverso.it/?p=3397


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: