Archivi tag: variazioni

piccole variazioni senza vento

20914329_1429412343807944_450087486910815383_n

(immagine di luciana riommi)

 

Quindi si passeggiava con le foglie

tra disimpegni grafici di strada

voci lunghe

dalle finestre alte

e sogni di selciato.

Tu diramavi pagine strappate

certamente sequoia in altra vita

quando la via è di sera

e il mio frugare

sembrava un volo sceso senza vento.

Tu mi dicevi “stupido!”

strisciante

come dentro una vena ti seguivo

nel verso del tuo corpo

ed approssimazioni _ si frusciava _

come se avessi ancora le tue gambe

una notte i tuoi fianchi

un improvviso

senso di variazione mi avvolgeva

d’oltremare la sera

ma lontana.


Amelia Rosselli – Variazioni belliche Poesie,1959.

P-KLEE-FUNAMBOLO-PART-1923

Questi uccelli che volano,
e questi nidi, di tormento fasciano
le inaudite coste, e l’ombra
che getta l’alabastro violento sui cuori
è l’improbabile vittoria. O sonetto tu suoni con le campane
dei muli, – il passo è muto.
.


sintesi

 

 

se la rosa svanisse

se l’animale

io

ed un torpore indefinito sempre

nella monotonia della riserva

della casa dove mi racchiudo

nello specchio infinito delle stelle


almeno un francobollo

01gabrielpacheco
gabriel pacheco

tu mi chiedi di me ma ti confesso
che non saprei che dirti domattina
se mi svegliassi anatra
o convesso
radice nella terra
o mi scrivessi in una descrizione
– c’era il sole
quando sfumava la conversazione
che mi dicevi appena
ed io partire
non salutavo l’alba –
e mi fermo perplesso
se le righe
stanno dentro la carta
e la polvere
deriva da mancanza di attenzione
mentre mi astengo da improvvisazioni
che farebbero certo divertire
molti bambini ai piedi della corda
– e scrivermi è un bel rischio –
la coesione, ti dicevo, è scarsa
e la fibra si sfoglia
mentre guardavo le foglie di una strada
che cadono gemendo
lontano
dai confini del bosco
– io tenevo lezioni di distanza –
e pallida la notte deviava
luce di luce nella tua costanza
nella solita delusa sovvenzione
cui rimando
senza spedire almeno un francobollo
di me
di questa luna priva di colore
un disagio
che dovrai sopportare
se mi guardi di sera.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: